Esse - una comunità di Passioni

Esse per il NO: difendiamo democrazia e rappresentanza.

di:

10 Settembre 2020

Categorie: Politica Interna

Al referendum costituzionale voteremo no, per tre semplici ragioni.

La prima: non intendiamo rassegnarci all’anti-politica e all’anti-parlamentarismo diffusi che identificano la politica con il malaffare e il Parlamento con la sede dell’inefficienza e della corruzione. Quest’ultimo è infatti il cuore della nostra democrazia e il suo mal funzionamento è da ricondursi al trasferimento, ingiustificato, delle funzioni legislative al Governo. Se si ritiene che la complessa architettura bicamerale, che regola il nostro sistema, determini rallentamenti eccessivi, non sarà certo risolutivo il taglio lineare dei parlamentari.

La seconda motivazione che individuiamo riguarda il presunto risparmio di spesa pubblica. Sia chiaro, parliamo di cifre talmente irrilevanti da non incidere minimamente sul bilancio complessivo dello Stato. Si riducano piuttosto gli emolumenti, inclusi diversi benefici cumulativi e previdenziali.

La terza ragione allude precisamente a quest’ultima. La drastica riduzione allontanerebbe ancora di più gli eletti dal territorio innalzando inevitabilmente la soglia di sbarramento in molte circoscrizioni indipendentemente dalle leggi elettorali in vigore, impedendo tra l’altro la partecipazione delle minoranze ai lavori delle Commissioni. Davvero un capolavoro di insensatezza e strumentalità populista. Opporci a questo disegno, votando no, è l’unica scelta che in coscienza possiamo compiere.

Per l’associazione ESSE: Francesco D’Agresta, Simone Oggionni, Danilo Borrelli, Irene Bregola, Roberto Gramiccia, Giovanni Montefusco, Mattia Nesti, Luca Rossi, Francesco Samuele, Riccardo Sbordoni, Aron Vinci.

Tag:

Politica Interna,

CULTURA, CUORE E MOTORE DELLA RIPRESA DOCUMENTO PROGRAMMATICO DEL DIPARTIMENTO CULTURA ARTICOLO UNO

L'emergenza legata alla diffusione del Covid 19 ha messo in ginocchio il mondo della cultura italiana. La chiusura di musei e teatri, la... [...]

di:

Politica Interna,

Primi appunti (non corretti) per avviare un dibattito

Per sapere quale sarà il destino della maggioranza di Governo forse servirà ancora un po' di tempo. Al momento si finge che le cose non... [...]

di:

Ritorna all'home page