Esse - una comunità di Passioni

Idomeni: una missione in una Europa che non vogliamo più tollerare

Una Missione, Uno Stato D'Animo in una Europa, quella dei Muri, che non Vogliamo più Tollerare. Lettera aperta di Sabrina Yousfi

di: Sabrina Yousfi,

17 marzo 2016

Categorie: Diritti, Europa, Politica Estera, Società

Una marcia, una campagna, una missione, uno stato d’animo per chi, come noi, l’Europa dei muri non è più disposto a tollerarla. Il progetto Melting Pot Europa ha proposto a tutti gli interessati un viaggio collettivo che dal porto di Ancona raggiungerà la Grecia ed il confine greco – macedone. Gli obiettivi sono molti e riguardano tutti la salvaguardia dei Diritti Umani: monitorare e raccontare la situazione nelle zone dell’accoglienza emergenziale, sostenere in tutti i modi la libertà di movimento delle persone, connettersi con le realtà autorganizzate nazionali, europee e dell’area mediterranea, costruire con tali associazioni nelle zone di confine iniziative sociali e politiche.
L’Europa di questi giorni è insufficiente, incontinente, indescrivibile, indicibile ed è per questi e molti altri motivi che soggetti singoli, associazioni, collettivi e cooperative hanno deciso di intraprendere questo viaggio; vogliono inviare un messaggio concreto all’Europa tutta ed a tutti coloro che ogni giorno restano a guardare. Per conto della Coop. Soc. Onlus Alternata Silos, siamo in due a partire: Io, Sabrina Yousfi da Minturno (LT) ed Emanuele Petrella da Formia (LT). Siamo persone che lavorano nel settore e molto sensibili alle tematiche ed allo svolgimento delle dinamiche che riusciamo ad osservare solo attraverso uno schermo, ed è per questo che abbiamo deciso di partire. Tuttavia, lasperanza è che si riescano a smuovere le coscienze di altri; Le coscienze di coloro che non lavorano nel settore, le coscienze degli esseri umani europei che siedono davanto al televisore e che riescono a guardare loro simili deperire, ammalarsi, partorire nel fango, o morire nel tentativo di attraversare un fiume. Ciò che forsenon risulta chiaro è che tutto ciò sta accadendo a casa nostra, in Europa. Non sta accadendo in un paese del mondo non meglio specificato, sta accadendo nel nostro salotto, nella nostra cucina, e la maggior parte delle persone continua a rimanere indifferente ea a parlare di Comunità Europea. Andiamo a consolidare rapporti, certo, ma soprattutto ad aiutare direttamente le persone che lo necessitano con le uniche armi a nostra disposizione: Solidarietà, Amicizia, Scambio Interculturale; andremo a ringraziarli della loro pazienza ed a chiedere perdono per l’accoglienza che stanno ricevendo in casa nostra. La partenza è prevista per il 25 Marzo da Ancona, se per allorale condizioni dei Profughi di Idomeni dovessero migliorare, andremo nel futuro campo profugo pronto a nascere all’ombra dell’ennesimo muro. Vorrei concludere con una citazione calzante in questo frangente, la citazione di un osservatore dei Diritti Umani: “Io non credo nei confini, nelle barriere, nelle bandiere. Credo che apparteniamo tutti, indipendentemente dalle latitudini e dalle longitudini, alla stessa famiglia, che è la famiglia umana”, Vik “Utopia” Arrigoni.
Minturno li 17/03/2016
Sabrina Yousfi

Condividi:

Email this to someonePrint this pageShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on VKPin on Pinterest

Politica Estera, Società,

Non è l’Islam che spinge i giovani europei verso il terrorismo

Gli esperti francesi spiegano come si passa da giovane europeo a terrorista

Pubblichiamo la traduzione dell'ottima intervista a Olivier Roy pubblicata sul quotidiano israeliano Haaretz.     Olivier Roy,... [...]

di: Giada Pistilli,

Politica Estera, Società,

La storia di J.

Storie di ordinaria precarietà 3

J. è un ragazzo semplice, forse troppo ingenuo per questo mondo. Ha vissuto una vita abbastanza agiata, ha frequentato le migliori scuole,... [...]

di: Giada Pistilli,

Politica Estera, Società,

La storia di F.

Storie di ordinaria precarietà 2

F. è una giovane ragazza di 25 anni, piccola di conformazione ma grande nelle sue ambizioni. Dopo aver viaggiato e vissuto in diversi... [...]

di: Giada Pistilli,

Ritorna all'home page