Esse - una comunità di Passioni

Il Ministro del Lavoro Poletti, il divano e l’empatia

Tra marketing politico e strategie

di: Severo Laleo,

19 Giugno 2016

Categorie: Politica Interna

Il Ministro del Lavoro Poletti, molto preoccupato e voglioso di creare per i giovani opportunità di lavoro, da fine gentiluomo, già noto, trova le giuste parole, nel rispetto della sua originaria cultura cooperativa, per dimostrare, almeno in due passaggi, tutta la sua empatia nei confronti di quanti cercano lavoro tra mille difficoltà.

Ecco le sue parole:
1. “Il mio mestiere è mandare la gente a lavorare
(ma vuol dire “faticare“), non fare semplicemente le leggi”;
2. Grazie al programma Garanzia Giovani “un milione di giovani
si sono alzati dal divano e si sono candidati”.
Forse è l’empatia nuova della casta al Governo.
O no?

 

Condividi:

Email this to someonePrint this pageShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on VKPin on Pinterest

Politica Interna,

Le nostre scelte per le Europee

Voto europeeVoto europee
Domenica si vota per l'Europa. E noi vediamo due grandi questioni davanti a noi, che vanno tenute insieme. Da una parte la necessità di... [...]

di:

Politica Interna,

MASSIMILIANO SMERIGLIO: SALARIO MINIMO SOCIALE, UN IMPEGNO IN EUROPA

Smeriglio si candida a favore di un Europeismo socialista e costituzionale

"Un approccio europeista ai grandi temi e problemi che riguardano l’oggi, non può che porsi la questione del rinnovamento profondo... [...]

di:

Politica Interna,

Perché aderisco al Manifesto per l’Europeismo socialista

Olimpia Troili aderisce al Manifesto per l'Europeismo socialista lanciato da Articolo Uno

Aderire al vostro Manifesto non può essere solo questione di forma al fine di potersi dire di Sinistra, ma si deve convertire in... [...]

di:

Ritorna all'home page