Esse - una comunità di Passioni

Referendum, principi e valori

L'UMANISTA N°24

Il referendum è stato vinto dai principi.
Il primo classificato è il principio che la Costituzione si può modificare, ma non si cambia a colpi di maggioranza, bensì con almeno i due terzi del Parlamento, come suggerisce l’articolo 138.
Non si stravolge a pacchetti “dentro tutto”, ma si revisiona un capitolo per volta.

Il secondo scalino del podio va al leaderismo: gli uomini guida non si costruiscono a tavolino con la consulenza delle school of management e delle facoltà di scienze della comunicazione.
Essi emergono con forze proprie dalle idee e dai valori in cui crescono.
Il piglio vivace, risoluto e decisionista, se poggia solo sul carattere dell’individuo, fa emergere appena il suo estro.
Se invece è componente di un vissuto e di un progetto condiviso, consente a molti di riconoscersi nei programmi e nelle soluzioni.

La terza piazza va ai principi fondanti della partecipazione e della emancipazione affidate al progetto di una sinistra finalmente ritrovata e ricongiunta intorno a tutti i suoi valori.
Molta parte dei votanti per il NO appartiene all’ area della sinistra radicale e della sinistra interna del PD. Tanti stanno anche nel Movimento 5 stelle perché a sinistra non sono stati ascoltati.
Questo popolo chiede che a sinistra si faccia ordine, che si abbandoni il gusto per le sofisticate ricette liberiste le quali decorano bene ma solo il centro del piatto senza soddisfare l’appetito. Chiede che si torni ad una sana cucina popolare, semplice e schietta che colma le scodelle e i piatti fumanti alla mensa di tutti.
Per riempire le pance, liberare le teste e alleggerire i cuori.

Condividi:

Email this to someonePrint this pageShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on VKPin on Pinterest

La Sinistra, Politica Interna,

Centralismo Democratico

Riflessioni sull'ultimo libro di Domenico Del Prete

“Se quel 24 novembre del 1969 fosse passato il concetto che Magri e Rossanda potevano fare in libertà una loro rivista il PCI non... [...]

di: Franco Astengo,

La Sinistra, Politica Interna, Società,

Tasse Universitarie: Grasso va nella giusta direzione

Finalmente dopo anni di tagli si va nella giusta direzione

La proposta di ieri di Pietro Grasso e di Liberi e Uguali di abolizione delle tasse universitarie va nella giusta direzione.   Dopo... [...]

di: Luca Rossi,

Cultura, La Sinistra, Politica Interna,

Il bisogno di un Natale della Sinistra

cerchiamolo con coraggio e per un giorno proclamiamo una tregua

Il Natale della sinistra, inteso come riconoscimento unitario di una origine comune, deve ancora essere inventato. E ci sarebbe bisogno di... [...]

di: Riccardo Ceriani,

Ritorna all'home page