Esse - una comunità di Passioni

Quanto è giusto il mondo

Poesie dal cambio dei mezzi di produzione n. 1

di: Francesco Pancetta,

30 Mag 2016

Categorie: Cultura

Quanto è giusto il mondo

capelli arricciati foto cioccolato belga e applausi

ciminiere computer palazzi vacanze e benzinai

e poi manciate di cadaveri come caramelle

tra bombe cave e coltan

più una discoteca un i-phone una guerra e il nulla

e ancora cadaveri

ed altri cadaveri ancora di cadaveri di altri cadaveri

neri gialli mulatti bianchi

su barche in foreste

sotto il mare sotto le coperte

a nord come a sud

nei campi e nelle officine

a casa loro a casa nostra

solo presi a calci e fango

con pane marcio e colera

dove con un passo

i neon gli schiavi e le puttane

sono i confini dell’occidente

poi mi blocco

la pena di me stesso

si anima di illusioni

e vi stringo

morti e vivi

nella scia di una speranza

che batte il tamburo

della morte

nei giorni persi

nella luce

dove siamo solo uguali

massa indistinta dell’amore

Condividi:

Email this to someonePrint this pageShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on VKPin on Pinterest

Cultura,

I vortici elettrizzanti di Ennio Calabria

Ennio Calabria in mostra a Roma

Scrivere di Ennio Calabria è un privilegio. Mi è capitato altre volte, ma oggi lo voglio fare in modo diverso. Vorrei trasmettere, cioè,... [...]

di: Roberto Gramiccia,

Cultura,

L’Utopia tra ‘Blade Runner’ e ‘Il Pianeta delle Scimmie’

Il socialismo è contemplato nel cinema e nella letteratura?

Ricordo ancora una lezione ai tempi del Liceo quando ci fece presente la nostra professoressa che La nuova Atlantide fosse l'ultima opera... [...]

di: Guido Rovi,

Cultura, Politica Interna,

Rappresentanza politica e democrazia diretta

La democrazia diretta è il futuro?

"Rousseau non è una moda passeggera. La democrazia diretta e partecipata è il futuro". Nel giorno in cui il primo Cinque Stelle - il... [...]

di: Franco Astengo,

Ritorna all'home page