Esse - una comunità di Passioni

SPQR

L'UMANISTA N. 17

di: Riccardo Ceriani,

29 settembre 2016

Categorie: Italia, Politica Interna

M- Ciao Paolo! Come stai?

P- Pronto Marco! Bene! Tu, come va? Scusa l’ora, ma domani devo stare a Roma per la votazione sugli emendamenti all’articolo 117 primo comma del titolo V……sai , la questione della prevalenza del diritto comunitario su quello statale e della esclusività di legislazione dello Stato che estromette le Regioni in materia di immigrazione, asilo e rapporti fra Repubblica e confessioni religiose. La faccenda è della massima importanza e alla luce dei cambi di maggioranza in Senato, diventa essenziale che ci siamo tutti e votiamo compattamente per rimettere tutto in discussione.

Il tuo fedelissimo, Carlo, c’è vero domani? Sto facendo un giro di telefonate per assicurarmi che ci siano tutti…..mica che ci facciano scherzi…..è un anno e mezzo che ci lavoriamo sopra….

M- Sai che non è facile, Paolo! Caspita, Carlo è appena stato nominato in Senato dopo le votazioni regionali in Piemonte, è nuovo…..è già incasinato con le questioni consiliari, figurati su quelle comunitarie e degli emendamenti costituzionali…..Quello è un idealista, si è messo in politica con l’animo puro e vuole fare le cose per bene, vuole studiare i provvedimenti e piuttosto che votare a scatola chiusa si dà assente.

P- No! Questo mai….sai che con la maggioranza assoluta ributtiamo la questione sui piedi del Governo, e dopo le elezioni in Piemonte, abbiamo finalmente i numeri. Se aspettiamo anche solo un anno, ci sono le elezioni in Umbria e la maggioranza può cambiare ancora….. senza contare che se in Campania si andasse alle dimissioni della Giunta, anche li si farebbero le elezioni, magari già fra sei mesi…..e allora ti saluto, prima di riavere la maggioranza, chissà quanti giri bisogna aspettare.

M- Si, questo si….ma ….sai ci vuole un po’ di pazienza, anche i senatori di nomina presidenziale cambiano spesso……oggi ci sono questi tutti schierati col Governo, ma un paio al massimo durano ancora un annetto, ormai hanno superato i novanta……la morte non si augura a nessuno, ma un po’ di demenza senile o qualche acciacco, può tenerne fuori più di uno…..ci vuole pazienza….

P- Guarda , già è un casino con i sindaci…….uno va verso il commissariamento e non si sa quanto dura……l’altro gli scade il mandato l’anno prossimo e non si è capito se un sindaco non rieletto perde anche il posto di senatore…….l’altro ha subito un cambio di maggioranza in consiglio comunale e per non guastare i nuovi equilibri, non vorrà pestare i piedi ai nuovi alleati proprio in Senato su questioni così importanti……

M- Si, Paolo……ma…c’è sempre una soluzione….questi ormai hanno assaggiato le pietanze al ristorante del Senato………secondo te si riadattano al prossimo giro alla mensa comunale? Basterà assicurargli un posto alla buvette della Camera……e vedrai che votano compatti…..

P- Si questo si…..certo, ma sai che manovre!! Chi li sente questi della Camera che votano ogni cosa per non mettersi di traverso, poi come gli dici che i capilista al prossimo giro non li sponsorizzano perché bisogna fare entrare tizio o caio ??

M- Caro mio! È una giungla e noi dobbiamo saltare da una liana a un’altra per non cadere al suolo……che ti devo dire….ma tu…..nel 2016 non eri a favore di sta riforma che ha cambiato tutto in peggio???

P- Si certo, perché tu?? A dire ni fino all’ultimo……alla fine ti sei schierato per il si e con te tutti gli altri…..quindi? Che ti lamenti??? Dai non pensiamoci…….senti un po’ Carlo e richiamami…..

M- Dai va bene, a dopo…..oh… ti richiamo subito che è tardi eh…..

P- Si…certo…..com’era in Asterix, SPQR? Ah….si……sono pazzi questi romani….

Condividi:

Email this to someonePrint this pageShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on VKPin on Pinterest

Politica Interna,

Antifascismo e Democrazia

Applichiamo la costituzione antifascista

Prescindendo dal merito della legge che intende colpire la propaganda fascista approvata ieri in prima lettura dalla Camera e che... [...]

di: Franco Astengo,

La Sinistra, Politica Interna,

YouPorn o YouPolitik?

Racconto di un esperto in materia

«Dipende, da che dipende, da che punto guardi il mondo tutto dipende»   Jarabe de Palo aveva praticamente capito tutto: il mondo... [...]

di: Luigi Nappi,

Cultura, La Sinistra, Politica Interna,

8 Settembre 1943

In un paese in piena crisi culturale, una panoramica su quanto successo quel giorno e sulle sue conseguenze

L’Italia è un paese in piena crisi culturale, morale, politica prima ancora che economica e sociale.   Non si tratta soltanto dei... [...]

di: Franco Astengo,

Ritorna all'home page