Esse - una comunità di Passioni

Il programma parallelo del Governo Greco

Riceviamo e pubblichiamo con piacere questo documento dei compagni di SYRIZA

di: Associazione Esse,

26 Mar 2016

Categorie: Europa, Politica Estera

Riceviamo dai compagni di Syriza e traduciamo. Il nostro rapporto con loro è insostituibile, un punto di riferimento certo in mezzo alla tempesta.

 

Nelle elezioni tenute lo scorso Settembre, gli elettori hanno accettato la nuova posizione di SYRIZA, la quale si basava su due assi: l’applicazione dell’accordo firmato sotto ricatto della troika, combinata con continui tentativi di ridurre le sue conseguenze negative, e la costruzione di un Programma Parallelo – una serie di politiche in ogni campo che migliorerà la vita quotidiana delle persone e che stabilirà i prerequisiti fondamentali per un nuovo tipo di funzione di stato e per lo sviluppo economico.
 
L’applicazione di questo Programma Parallelo è già cominciata e siamo in grado di presentare alcuni dei suoi elementi più significativi.
 
La riforma più grande ha avuto luogo nel campo dell’assistenza sanitaria. Una legge che è stata approvata due settimane fa ha permesso a 2,5 milioni di persone senza assicurazione, che fino a questo momento non erano in grado di accedere al sistema sanitario pubblico senza incorrere in un onere finanziario pesante, di essere pienamente coperte d’ora in poi. Questa fase mette fine alla situazione inaccettabile di persone che soffrono e che perdono le proprie vite a causa della mancanza di cure mediche. Inoltre, per la prima volta dal 2009, gli ospedali pubblici inizieranno ancora una volta a reclutare personale medico (per ora, la cifra resterà a 3.500), creando in questo modo una grande opportunità nel campo del benessere sociale.
Il governo ha inoltre offerto gratuitamente elettricità ed acqua a molte famiglie e cancellato i debiti precedenti. Oltre a fornire il trasporto gratuito per le merci gratuite e non impiegate del supermercato a 148.000 persone, il governo sta progettando di offrire pasti caldi a 200.000 studenti delle scuole con effetto immediato e di avviare un progetto di Solidarietà Sociale di Reddito in 30 comuni in tutta la nazione.
 
Per quanto riguarda l’istruzione pubblica, il numero di insegnanti assunti per i programmi di quest’anno nelle scuole per i bambini con bisogni speciali, è stato il più alto mai registrato prima, e le università saranno in grado di impiegare personale docente a tempo indeterminato (500 titolari di dottorato) per la prima volta dal 2010. Una nuova fondazione, una ricerca di fondi di investimento a partire da 300 milioni di euro, la maggior parte dei quali è fornito direttamente dalla Banca Europea per gli Investimenti, senza essere aggiunti al debito del paese, è quasi pronta per essere avviata, dando così un grande impulso alla ricerca scientifica nel paese. Essa consentirà inoltre ai giovani scienziati greci di rimanere in Grecia e di lavorare, offrendo una grande opportunità per mettere fine alla fuga di cervelli che ha così duramente colpito il paese negli ultimi anni.
 
Lo sviluppo finanziario è anche l’obiettivo di una nuova legge per l’economia solidale e per le imprese governate collettivamente, un settore che contribuisce fino al 10% del PIL nei paesi come la Francia, che sarà presentato nelle prossime settimane.
 
È stato inoltre adottato il 24 febbraio dal Parlamento greco un disegno di legge fondamentale. Si tratta di una legge riguardante la trasparenza, la meritocrazia e l’efficacia della pubblica amministrazione, redatta dal Ministero delle riforme amministrative e e-Governance (Vice ministro Christoforos Vernardakis). Questo disegno di legge costituisce un grande passo avanti verso la modernizzazione della pubblica amministrazione greca, dal momento che decostruisce (demolisce, smonta) la convinzione che la pubblica amministrazione sia il terreno per lo sviluppo professionale dei membri del partito. SYRIZA sta discutendo per questa riforma, nella speranza che la partitocrazia degli stati greci abbia fine. Inoltre, il partito è fermamente convinto che questa riforma abolirà tutti i tipi di favore politico, e non comprende perché la Nuova Democrazia ha fallito nel sostenerla, con l’eccezione di alcuni piccole ordinanze specifiche. Konstantinos Mitsotakis è il nuovo leader del partito di opposizione e, nonostante sia stato un deputato per anni, proveniente da una famiglia con una lunga storia politica in Grecia, vuole essere considerato come un nemico per partitocrazia e patrocinio. SYRIZA sostiene che Mitsotakis ha avuto la possibilità di trasformare le sue parole in azione; tuttavia non lo ha fatto.
 
Altre parti del Programma Parallelo sono state già approvate dal Parlamento Greco, come ad esempio la nuova procedura per la concessione di licenze per le emittenti televisive private, che fino ad ora sono state gestite senza licenze permanenti o non pagando tasse per le frequenze che usano, in quanto sono state in stretti rapporti informali con i partiti al governo ed imprese che hanno fatto affari con lo Stato. Ognuno di questi cambiamenti è stato accolto con una serie di reazioni violente da parte dell’opposizione parlamentare. I partiti che hanno governato il paese fino ad ora possono vedere che, nel servire gli interessi delle persone comuni, queste mosse sono la prova della supremazia del governo.
Noi sappiamo che nei giorni a venire queste reazioni cresceranno intensamente. Siamo pronti e determinati ad andare avanti. Per citare un vecchio proverbio arabo (uno che usiamo molto spesso al giorno d’oggi):

 

“Il cane abbaia contro la carovana, ma la carovana passa lo stesso”.

 

Tradotto con passione e competenza da Sofia Caprara

Associazione Esse

http://www.esseblog.it

Esse è una comunità di passioni che raccoglie tante compagne e tanti compagni che hanno un sogno. Contribuire sia sul piano teorico che su quello pratico-politico a ridare alla parola Sinistra il senso che ha perduto.

Condividi:

Email this to someonePrint this pageShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on VKPin on Pinterest

La Sinistra, Politica Estera, Politica Interna,

La strada del socialismo per le prossime europee

Per l'Elezioni Europee un'unica lista socialista!

Nelle scorse settimane ho avuto modo di leggere un interessante articolo a doppia firma Folena-Oggionni dal titolo: “Strada per strada... [...]

di: Luigi Iorio,

La Sinistra, Politica Estera, Politica Interna,

Rilanciamo l’Europa socialista

Come uscire dalla tenaglia della tecnocrazia e del sovranismo

Se qualcuno avesse detto a Rossi, Spinelli, Colorni e Hirschmann che, settantacinque anni dopo la loro elaborazione, nel carcere di... [...]

di: Simone Ceccarelli,

La Sinistra, Politica Estera, Politica Interna,

Serve una rivoluzione neosocialista anche in Italia

Liberi e Uguali e l'esempio di Corbyn

Appena nata, nonostante navighi in un mare di difficoltà, Liberi E Uguali è già in grado di avviare alleanze strategiche a livello... [...]

di: Andrea Pisauro,

Ritorna all'home page